Come mai fai la tata?

Ti sei mai chiesta come mai ho scelto di fare la tata?
Hai mai pensato di farlo anche tu?

Secondo me questo è uno di quei lavori che puoi fare solo se hai passione perchè bisogna metterci tutto il cuore; e se ci metti il cuore non esistono pause: passerai i weekend a chiederti se quella bimba ha dormito o se a quell'altra è passato il male alle gengive, aspetterai con ansia i messaggi delle mamme che ti informano dei piccoli progressi e tu farai salti di gioia quasi fossi la loro zia!

Ecco io mi sento così da quando faccio la tata, ma io prima non ero così.
Quindici anni fa a me i bambini non facevano nè caldo nè freddo, non mi fermavo davanti alle carrozzine a dire "Ohhh che bel bambino" e non mi emozionavo davanti alle pubblicità della Chicco.
(Ora -ahimè- sì!!)
Quindici anni fa ovunque andassi mi ritrovavo sempre con dei bambini che volevano giocare con me e io cercavo di schivarli come i fossi.


Poi a vent'anni è cambiato tutto.
La mia vita è stata stravolta.

Sono rimasta incinta ed è cresciuto in me un forte senso materno.
La gravidanza purtroppo non andò a buon fine, ma io mi sentivo piena d'amore da donare e non sapevo a chi darlo, quindi decisi di regalare questo nuovo senso di protezione e di affetto ai bambini degli altri (in attesa di averne di miei).

Così è iniziata la mia avventura, e la tua?

Lo yoga per bambini

A Parma hanno fatto un corso di "Yoga per bambini" e io, che da qualche mese a questa parte mi sto avvicinando a questa filosofia ci sono andata per capire meglio di cosa si tratta e se potesse essere utile (realmente) in un'attività come la mia dove i bambini vengono solo saltuariamente ed è difficile creare un percorso quotidiano costante.



Il seminario (tenuto e organizzato da Didi, ostetrica e maestra yogi da oltre 20 anni) è stato interessante e pieno di spunti divertenti per creare dei giochi che aiutino a conoscere la propria fisicità e le proprie emozioni.
Io, e un'altra ventina di ragazze provenienti da tutta Italia, siamo state accolte in una grande stanza ricoperta di tappetini blu e piena di cuscini colorati sparsi a terra.
Ci hanno dato del materiale da studiare, ci hanno mostrato varie tecniche, ci hanno fatto provare in prima persona e infine ci hanno mostrato dei video girati nelle scuole.
Sono stati due giorni di full immersion completa, dai quali ho imparato alcune cose che vi riporto direttamente dai loro siti.

TRATTO DA: YOGA PER BAMBINI

Lo Yoga è una disciplina che se seguita fin dalla più tenera età, può diventare uno degli strumenti più preziosi di prevenzione e cura di ogni malattia sia fisica che psichica.

OBIETTIVI PER INSEGNANTI E GENITORI
  • Agevolare la consapevolezza del corpo
  • Favorire la capacità d’osservazione della mente e delle emozioni
  • Stimolare l’elasticità e l’equilibrio del corpo
  • Sviluppare la consapevolezza del respiro
  • Migliorare la concentrazione, la capacità di apprendimento e la memoria
  • Aumentare la creatività
Tra le figure che mi sono piaciute di più ci sono il gatto e la farfalla, due posizioni semplici che si fanno fin da piccolissimi senza dar loro un nome, ma che sono importanti nello sviluppo del neonato per cui ho deciso di non giocare allo yoga con tempi e orari schematizzati, ma semplicemente di dare un nome ai movimenti che i bambini già fanno.E se mai inizieranno lo yoga a 32 anni, come me, scopriranno di averlo sempre praticato!

TRATTO DA: LO YOGA DEI BAMBINI

 "Lo Yoga e l’infanzia sono universi che combaciano con caratteristiche simili come la semplicità, l’apertura al cambiamento e all'apprendimento, la ricerca costante di verità sempre più profonde."

BENEFICI PER IL BAMBINO
  • Attraverso lo YOGA il bambino ha la possibilità di
  • entrare in contatto con la sua forza interiore.
  • riuscire a mantenere l’attenzione, la concentrazione
  • scoprire e percepire un mondo misterioso e fantastico dentro di sé
  • imparare a respirare prendendo coscienza di questo atto vitale
  • migliorare la forza, resistenza, coordinazione,  flessibilità, e agilità
  • sintonizzarsi con le vibrazioni più sottili di tutto ciò che lo circonda
  • imparare a rilassarsi, conoscere e capire   le emozioni
  • riconoscere la bellezza della lentezza, della pausa
  • avvicinarsi a culture antiche e profonde come quelle orientali

Mamma Shalma da Ikea Parma per Parmakids



Puoi trovare le altre foto nell'album: "L'impronta Ecologica"


Quando a Parma una mamma vuole delle informazioni va sul sito di Parmakids.it perchè lì "puoi trovare consigli, dritte, suggerimenti sulle attività ludiche, culturali e sportive da svolgere in città per divertirsi con i bambini da due a dieci anni: dai luoghi da visitare, alle attività commerciali e ai servizi pensati con un occhio di riguardo per i bambini." e quando Federica e Virginia, le ideatrici del progetto Parmakids, mi hanno proposto di fare 

un laboratorio per bambini all'ikea

mi sono sentita veramente lusingata ed ho accettato subito con entusiasmo!

Il giorno previsto era il 13 gennaio, poichè il patrono della nostra città è Sant'Ilario, così ho letto la leggenda e ho creato un progetto che fosse legato ad essa.


Sant'Ilario di Poitiers, vescovo (315 ca-369 ca), è patrono di Parma da data incerta, ma comunque dal Medioevo; Secondo la leggenda, Ilario si trovò a passare a piedi da Parma in un giorno d'inverno con le scarpe rotte e consunte; un ciabattino, vedendolo, ne ebbe compassione e gli donò un paio di calzature nuove. La mattina dopo ebbe la sorpresa di trovare le scarpe vecchie lasciate da Ilario trasformate in scarpe d'oro.
La festa del santo è celebrata da sempre nel giorno della morte, ossia il 13 gennaio, e nella tradizione locale è legata al miracolo delle sue scarpe.
Ricordando il miracolo in occasione della festa si consuma il dolcetto detto scarpetta di Sant'Ilario fatto in foggia di calzatura.

progetto

[pro-gèt-to] n.m.
Ideazione di un percorso didattico a scopo educativo.
Attività proposte con l'intenzione di insegnare qualcosa a chi le compie, riguardano il mondo sensoriale e la stabilità affettiva.


Laboratorio:
Disegnare le proprie impronte (mani o piedi) su dei fogli e riempirle in diversi modi:
- ritagliando vecchi giornali in tanti piccoli pezzettini e incollarli all'interno come fosse un mosaico
- colorarle con diversi tipi di: matite e pennarelli classici, penne colorate che brillano grazie ai glitter, colori che seccandosi restano in rilievo, timbri e pennarelli neri dalle punte differenti.
(In fondo alla pagina trovi l'elenco dettagliato dei materiali)

Variante:
- Aggiungere le mani di tutti i familiari nello stesso foglio! ;)
- Incollare diverse cose dentro la sagoma, ec: cannucce tagliate, foglie secche, ecc.

Scopo del progetto:
Ho scelto di fare un'attività che stimoli la fantasia e la manualità per sensibilizzare e coinvolgere nell'ambito dell'educazione ambientale, favorendo il riciclo e il riuso delle materie, per portare il bambino a ragionare sul proprio stile di vita e sull’impatto che questa ha sul Mondo.
Questo laboratorio può essere utilizzato come spunto per affrontare le diverse caratteristiche dei materiali, da dove vengono e come si smaltiscono per aver un minor impatto sull'ambiente.
E per far riflettere su come nei paesi meno avanzati, non solo vi sia una tradizione (oltre che necessità) al riuso, ma vi è anche un aspetto di creatività che porta ad utilizzare in modo diverso oggetti e materiali di uso quotidiano trasformandone la destinazione d'uso.

Motivazione:
Ogni anno nel mondo si gettano sempre più rifiuti. Questo dato di fatto non solo rappresenta lo specchio della società nella quale viviamo e del suo sviluppo tecnologico, ma deve farci riflettere sul rapporto che si viene a creare tra l’uomo e l’ambiente, che da miniera di risorse si trasforma in un contenitore di tutto ciò che si ritiene inutile

Libri consigliati:
10 cose che posso fare per aiutare il mio... - Melanie Walsh - A partire da 3 anni
Tenero vademecum che illustra, in 10 punti, piccoli gesti quotidiani da fare in famiglia: attraverso il gioco e l’attività in comune prende vita la consapevolezza e la responsabilità delle proprie azioni.
L’impaginazione è pensata per catturare l’attenzione dei più piccoli con grandi disegni a colori e pagine fustellate, per una lettura all'insegna della sorpresa e della partecipazione.

Da dove viene? - Federica Friedrich - A partire da 5 anni
Le risposte sono celate sotto alette da sollevare, così da rendere la lettura ancor più stimolante e giocosa. In chiusura, il bambino è coinvolto in tre attività da fare assieme a un adulto, in cui usare alcuni degli elementi incontrati durante la lettura. 

C'era un'altra volta - Annalisa Ferrari, Mirco Maselli - A partire da 8 anni
Un libro dallo stile snello, chiaro e vivace, pensato per coinvolgere i ragazzi sull’importante tema del riciclo. Il testo è accompagnato da fumetti ironici, che rendono la lettura ancora più piacevole. Arricchiscono questa proposta, "eco quiz" e idee per creare con materiali di scarto.

Buone notizie dal pianeta Terra - Elin Kelsey - A partire da 9 anni
propone un approccio originale e ottimista al tema della sostenibilità, con l'intento di coinvolgere e responsabilizzare i ragazzi.


Grazie a Parmakids per il libro "I tre doni di Santa Lucia" e per il pomeriggio passato insieme all'ikea.


MATERIALI UTILIZZATI:
MÅLA Set con carta decorativa, colori vari, modelli vari €8,99 Numero articolo: 201.934.89
MÅLA Colore fluorescente/glitterato, colori vari €8,99/8 pezzi Numero articolo: 702.662.99
MÅLA Penna a inchiostro gel, colori vari €4,99/8 pezzi Numero articolo: 202.661.74
MÅLA Pennarello nero, misure varie €3,99/6 pezzi Numero articolo: 502.661.77
MÅLA Penna/timbro, colori vari €4,99/6 pezzi Numero articolo: 001.934.90
MÅLA Matita colorata €3,99/10 pezzi Numero articolo: 301.933.18
MÅLA Pennarello, colori vari €1,75/12 pezzi Numero articolo: 201.840.41
MÅLA Scatola di acquerelli, colori vari €5,99 Numero articolo: 201.932.67 (rischio di bagnarsi e sporcarsi)
MÅLA Set di 2 forbici per bambini €1,99 Numero articolo: 601.932.70
Varianti: Vecchie riviste, vecchie gazzette, foglie secche, cannucce tagliate, coriandoli, lego, pasta secca scaduta e tutto ciò che non vi serve più.